Regolamento Comunale sulla Tutela degli Animali – Roma

PREFAZIONE
Roma e i suoi “cittadini non umani”
Finalmente Roma può fregiarsi a pieno titolo del ruolo di capitale mondiale di civiltà e di integrazione. Questo regolamento rappresenta infatti il coronamento di un sogno, legato a un percorso durato molti anni, in un documento di fondamentale importanza nel cammino di civiltà che contraddistingue i cittadini romani, da tempo immemorabile fieri sostenitori dei valori di uguaglianza, rispetto, tutela e valorizzazione del proprio patrimonio di vita e di cultura.
Roma è stata la prima città in Italia a istituire un apposito ufficio comunale che si occupasse della Tutela dei Diritti degli animali: dopo oltre dieci anni e molte battaglie per affermare questi diritti, finalmente l’amministrazione comunale si è dotata di uno strumento che da un indirizzo chiaro e unitario a tutte le iniziative legislative prese in questo periodo per tutelare la dignità e il benessere di tutti gli animali presenti sul territorio della Capitale, interessandosi non solo degli animali cosiddetti “di affezione” ma regolando anche una serie di attività che riguardano tutte le specie situate sul territorio capitolino.
Ghandi ha detto che il grado di civiltà di una nazione si deduce dal rispetto che essa ha per i propri animali e ora Roma assume una posizione di prestigio nei confronti della comunità internazionale, affermando con forza che la qualità della vita dei propri abitanti dipende anche dal rapporto che essi hanno con la fauna locale, di qualsiasi specie animale si tratti. Non solo cani e gatti, dunque, ma anche pesci, uccelli, insetti, cavalli, anfibi e animali esotici avranno da oggi in poi norme chiare e precise che ne regoleranno il trattamento e indicheranno cosa e come è consentito fare, al fine di salvaguardarne non solo l’incolumità ma anche e soprattutto la dignità di esseri viventi.
I 59 articoli che compongono questo regolamento sono il frutto di un confronto tra i rappresentanti di varie istanze che, a diverso titolo, hanno un interesse diretto o indiretto a ché la materia venga regolata in maniera chiara e inequivocabile: non è stato semplice arrivare a una stesura definitiva che mettesse tutti d’accordo ma alla fine il grande senso civico e lo spirito di partecipazione ha prevalso su tutti gli interessi di parte, indicando la strada comune che si doveva avere il coraggio e la coscienza di percorrere.
La nostra Roma è una città tollerante: da sempre accoglie chiunque ne rimanga affascinato e decida di stabilirvisi come se fosse il proprio luogo di nascita, con la stessa attenzione che si dedicherebbe a un familiare o a un amico. Era giusto che fosse così anche per tutti quegli animali che, in un modo o nell’altro, allietano le nostre giornate, regalandoci tanto amore e tanta fedeltà o contribuendo a mantenere il nostro habitat vivibile e sereno.

Monica Cirinnà
Delegata dal Sindaco per le politiche dei Diritti degli Animali


Approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale il 24 ottobre 2005
In vigore dal 9 novembre 2005

titolo I – Principi
titolo II – Definizione ed ambito di applicazione
titolo III – Disposizioni generali
titolo IV – Cani
titolo V – Gatti
titolo VI – Cavalli
titolo VII – Avifauna
titolo VIII – Animali acquatici
titolo IX – Piccola fauna
titolo X – Artropodi (insetti e ragni)
titolo XI – Animali esotici
titolo XII – Disposizioni finali
Indirizzi utili

Un pensiero riguardo “Regolamento Comunale sulla Tutela degli Animali – Roma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...