Qualifiche e Competenze

Competenze su Animali Domestici (cani e gatti)
– somministrazione medicinali (pillole, capsule, gocce e sciroppi);
– sottocutanee, intramuscolari e flebo;
– medicazioni e fasciature;
– ginnastica riabilitativa;
– premitura della vescica.

Abilitata al Primo Soccorso Fauna Selvatica e Domestica non Convenzionale
– riconoscimento delle principali situazioni di emergenza e primo soccorso sul campo,
– recupero e contenimento della fauna selvatica,
– alimentazione forzata,
– sottocutanee e immobilizzazione esemplari.

Domestici non convenzionali
– Specie notturne e specie diurne;
– Problemi gestionali (incompatibilità con i ritmi di vita del proprietario, sopraffazione da parte dell’animale, sottostima delle necessità);
– Problemi comportamentali del proprietario (dipendenza affettiva del proprietario, incompatibilità caratteriali, allergie, fobie, ansia da eccessiva empatia, disaffezione);
– Problemi comportamentali dell’animale da pet (dipendenza affettiva del pet, isolamento emotivo, comportamenti ossessivo-compulsivi, privazione sensoriale);
– L’aggressività: mordacità nelle specie predatrici e nelle specie prede;
– Il gioco: funzione sociale e d’apprendimento. Norme di primo soccorso;
– L’abbandono: quando sconfina nel maltrattamento, danno ambientale e randagismo degli esotici;
– Pet-consulting: consulenza per veterinari comportamentisti e consulenza etologiaca;
– Alimentazione forzata, sottocutanee e immobilizzazione esemplari;
– Igiene e alloggiamento, contenimento degli esemplari feriti.

Volatili
– Soccorso uccelli e nidiacei selvatici;
– Biologia, primo soccorso e management rapaci notturni e diurni;
– Alimentazione forzata, sottocutanee e immobilizzazione esemplari;
– Igiene della prevenzione per rapaci da falconeria;
– Anatomia e fisiologia nell’ambito del soccorso e recupero;
– Trasporto, accoglienza, alimentazione adulti e nidiacei; – Cause di ricovero, ricerca dei traumi e ispezione del soggetto;
– Principali patologie, medicazioni e interventi salva-vita:
– Tipologia di fratture e bendaggi contenitivi di base;
– Fluidoterapia in primo soccorso;
– Riconoscimento e trattamento in primo soccorso dello shock;
– Gestione in accoglienza domestica temporanea, gestione in ambulatorio in caso di pronto soccorso salvavita e gestione in centri di recupero specializzati;
– Tecniche di riabilitazione post traumatica;
– Protocolli di primo soccorso;
– Riconoscimento segni di detenzione illegale;
– Tecniche di rilascio dei rapaci.

Erinaceidi
– Riconoscimento e biologia degli Erinaceidi italiani (i sensi primari nei ricci)
– Primo soccorso e recupero a vita selvatica del riccio italiano;
– Anatomia e fisiologia nell’ambito del soccorso e recupero (atteggiamenti e tecniche di difesa del riccio europeo);
– Il letargo controllato e il letargo naturale (parametri tecnici ed etologici);
– Primo soccorso;
– Trasporto, accoglienza, alimentazione adulti e piccoli;
– Cause di ricovero, ricerca dei traumi e ispezione del soggetto;
– Principali patologie e parassitosi;
– Sottocutanee e fasciature.

Chirotteri (Vedi anche Abilitazione specifica più sotto)
– Primo soccorso pipistrelli;
– Biologia dei Chirotteri, anatomia e fisiologia nell’ambito del soccorso e recupero a vita selvatica;
– Studio dell’ecolocazione finalizzata al recupero;
– Trasporto, accoglienza, alimentazione adulti e piccoli;
– Cause di ricovero, ricerca dei traumi e ispezione del soggetto;
– Principali patologie;
– Sottocutanee e fasciature.

Rettili e Sauri
– Tecniche di cattura e contenimento rettili;
– Manipolazione e cattura delle principali specie di rettili e sauri (piccola, media e grande taglia)
– Classificazione dei rettili e sauri;
– Distinzione tra autoctoni e alloctoni;
– Normative vigenti (detenzione, specifiche su esotici e pericolosi);
– Serpenti:
— anatomia;
— sottocutanee e fasciature;
— principali patologie e comportamento alterato;
— primo soccorso generico;
— rettili costrittori (reattività dell’animale, capacità del morso, capacità di costrizione);
— rettili velenosi (reattività dell’animale, gittata del morso, gittata del veleno)
– Sauri:
— anatomia;
— sottocutanee e fasciature;
— principali patologie e comportamento alterato;
— primo soccorso generico;
— specie pericolose.

Abilitata al Primo Soccorso su Testuggini d’Acqua e Terrestri
– riconoscimento delle principali situazioni di emergenza e primo soccorso sul campo,
– recupero e contenimento delle testuggini,
– alimentazione forzata,
– sottocutanee e immobilizzazione esemplari.

Testuggini
– Testuggini d’acqua e terrestri;
– Accoglienza e alloggiamento, soccorso;
– Biologia e anatomia;
– Legislazione sulla protezione delle testuggini;
– Accoglienza casalinga delle testuggini terrestri (giardino, terrazzo, terrario);
— Dieta e alimentare;
— Riconoscimento tempestivo dei sintomi delle principali patologie delle testuggini terrestri ed eventuale quarantena in caso di convivenza con altri esemplari;
— Accoppiamento e incubazione delle uova;
— Distinguere il primo dal pronto soccorso;
— Accoglienza e osservazione, prime cure;
— Sottocutanee e fasciature.
– Accoglienza casalinga delle testuggini acquatiche (acquaterrari e tutto ciò che serve a una testuggine acquatica);
— Alimentazione: differenze tra giovani e adulti, uso di integratori nella crescita e nella convalescenza;
— Riconoscimento tempestivo dei sintomi delle principali patologie delle testuggini acquatiche e isolamento in caso di convivenza di più esemplari;
— Accoppiamento e incubazione delle uova;
— Distinguere il primo dal pronto soccorso;
— Accoglienza e osservazione, prime cure;
— Sottocutanee e fasciature.

Tartarughe
– Biologia e anatomia delle specie presenti nel mediterraneo;
– Recupero (spiaggiamento e ritrovamento in mare aperto);
– Alloggiamento temporaneo in primo soccorso;
– Manipolazione e contenimento;
– Parametri da comunicare al veterinario, parametri e dati utili per la ricerca (marcatura o etichettatura);
– Controllo generale (accertamento dello stato di salute, cause del decesso e/o rianimazione);
– Prova riflessi;
– Degenza (dove, come e per quanto tempo);
– Trasporto;
– Legislazione e competenze.

Abilitata al Primo Soccorso su Chirotteri
– Riconoscimento della specie di chirottero;
– Primo soccorso pipistrelli;
– Accoglienza e alloggiamento, soccorso;
— Trasporto, accoglienza, alimentazione adulti e piccoli;
– Biologia dei Pipistrelli, anatomia e fisiologia nell’ambito del soccorso e reintroduzione alla vita selvatica;
— Riconoscimento tempestivo dei sintomi delle principali patologie dei pipistrelli;
— Cause di ricovero, ricerca dei traumi e ispezione del soggetto;
— Sottocutanee e fasciature.
– Studio dell’ecolocazione finalizzata al recupero;

♦♦♦

Medicina non convenzionale (approccio base)
– Principi generali delle medicine non convenzionali: Omeopatia, Agopuntura, Fiori di Bach (origine, sviluppi, principi terapeutici, vantaggi e svantaggi);
– Elementi e caratteristiche della visita omeopatica;
– Principi di individualità di ciascun soggetto: quando la cura dell’ambiente influenza l’organismo vivente.
– Strategie adattative e disadattative;
– Primo soccorso: esperienze su animali domestici e selvatici;
– Approccio etologico;
– Gli oleoliti secondo la Chiara Tradizione Alchemica e Oleoliti ed emozioni.
– Esperienze di applicazione degli oleoliti sugli animali domestici;
– Apiterapia;
– L’Alchimia e le piante spontanee.

Balistica e illeciti
– illeciti su fauna selvatica
— maltrattamento: legge e applicabilità
— avvelenamenti;
— le principali lesioni da detenzione illegale;
— elementi probatori ed elementi indiziari;
— detenzione e stallo (distinzione, definizione di detenzione e a che titolo);
— detenzione illegale (cosa dice la legge);
– ferite da arma da fuoco (balistica);
– contenimento improprio (richiami vivi);
– gestione dei sopralluoghi (attività forense: mezzi e misure di valutazione);
– protocolli di intervento ARF in sinergia con l‘Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana e il CFS Comando regionale per il Lazio;
– monitoraggio sanitario (dati utili e dati sensibili);
– ritrovamenti vivi (animale vivo impallinato, intrappolato o avvelenato);
– sequestro del corpo di reato (quando il corpo del reato è ancora in vita);
– convalida del sequestro da parte del P.M.;
– come si garantisce la catena di custodia del corpo di reato;
– relazione peritale supportata da rapporti di prova o certificati di analisi;
– Firts Responder: gestione della scena del crimine.