Mamma Orsa JJ4 è salva!

Con sentenza pubblicata oggi, il TAR di Trento ha definitivamente cancellato l’ordinanza della Provincia di Trento che disponeva la cattura dell’orsa JJ4. Il TAR ritiene non esista alcuna urgenza che giustifichi la cattura dell’orsa

L’orsa, che a giugno scorso si era scontrata con due cacciatori usciti dal sentiero che l’avevano sorpresa in compagnia dei suoi cuccioli, era stata dapprima condannata a morte dal presidente della provincia Fugatti. Grazie al nostro immediato intervento al TAR di Trento, la sua vita fu salvata e l’ordinanza di uccisione venne sospesa e sostituita da Fugatti con una nuova ordinanza di cattura che oggi è stata annullata. (16 c.m.)

Siamo felicissimi per questo risultato, ora chiediamo che la Provincia di Trento si astenga da ulteriori attività per provvedere alla sua cattura ma piuttosto spenda le sue risorse per  mettere in atto tutte le necessarie attività di prevenzione necessarie ad una corretta convivenza con gli orsi.

La vicenda giudiziaria di JJ4 dimostra chiaramente che in Trentino manca completamente una cultura per la convivenza con gli orsi, tema centrale del convegno “Convivere con gli orsi in Trentino”

photo e articolo LAV

Aiutiamo gli Orsi del Trentino

AIUTACI A SALVARE GLI ORSI DEL TRENTINO

Quali colpe hanno gli orsi, se non fare gli orsi? Eppure, proprio per questo, alcuni di loro sono stati imprigionati, e altri, addirittura, uccisi.
Come KJ2, freddata da un colpo di fucile esploso da un agente Forestale e Daniza uccisa dall’imperizia di un veterinario, mentre DJ3, M49 e M57 sono rinchiusi nel Casteller. O come JJ4, mamma orsa libera grazie ai nostri ricorsi, ma su cui pende un ordine di cattura al suo risveglio dal letargo.
Noi vogliamo difendere gli orsi e liberare quelli imprigionati: è l’obiettivo delle nostre
Giornate nazionali in tutta Italia, nei fine settimana del 13-14 e 20-21 marzo.
Sostieni l’appello per liberare gli orsi del Trentino – per M49, M57 e JJ4 – contribuisci alle nostre battaglie.

DIVENTA SOCIO

Appello LAV